Newsletter nr.3 / 2003

L’UTILIZZO DEI FONDI SAPARD E’ STATO PROROGATO PER ULTERIORI DUE ANNI

I fondi Sapard attinenti al 2000 potranno essere utilizzati fino al 31 dicembre 2004, quelli attinenti al 2001 fino al 31 dicembre 2005 e quelli attinenti al 2002 fino alla fine del 2006.
Secondo la regolamentazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Commissione Europea solo per i fondi destinati al 2003 verra’ conservata la programmazione iniziale, cioe’ dovranno essere utilizzati fino alla fine del 2006.
Sia per il 2000 che per il 2001 la Romania ha ricevuto attraverso il programma Sapard 150,3 milioni di euro e per il 2002 l’ammontare indicato dal Ministero dell’Integrazione Europea e’ di 160,3 milioni di euro.

DAL 1 GENNAIO 2003 IMPOSTA SUI VANTAGGI IN NATURA CONCESSI AI DIPENDENTI DELLE AZIENDE (TELEFONATE, UTILIZZO DELLE AUTO, PREMI PER ASSICURAZIONI)

Le norme metodologiche (recentemente pubblicate) di applicazione dell’Ordinanza Governativa N.7/2001 riguardante l’imposta sul reddito prevedono che dal 1 gennaio 2003 siu applica la tassazione dei ‘’vantaggi tassabili’’ quali utilizzo a scopi personali delle auto e dei telefoni delle ditte, utilizzo degli alloggi messi a disposizione dalle ditte ai propri dipendenti, nonche’ gli incentivi sotto forma di premi assicurativi che possono essere ritirati dai dipendenti (ad eccezione dei casi in cui le ditte gli hanno registrato sotto forma di spese non deducibili).
La tassazione viene applicata a tutte le persone fisiche con domicilio in Romania ed ai cittadini stranieri che ottengono redditi in Romania per almeno 183 giorni all’anno.
Gli specialisti del settore finanze considerano che sara’ estremamente difficile rilevare e quantificare i ‘’vantaggi’’ e di conseguenza anche tassarli.

ASTA CON PARTECIPAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VENDITA DI LEGNAME NELLA REGIONE TIMIS

Il 26 febbraio p.v. a Timisoara si svolgera’ l’asta, con partecipazione internazionale, organizzata della Direzione Silvica Timis per la vendita di 2.200 metri cubi di legname in tronchi. Hanno gia’ confermato la partecipazione ditte dall’Italia, Germania, Austria ed Ungheria. I tronchi sono esposti in cinque magazzini della regione Timis e l’asta si svolgera’ presso l’albergo Continental. Per gli interessati, la Direzione Silvica Timis mette in vendita i Quaderni d’asta.
Si ricorda che all’asta precedente si e’ raggiunto il prezzo record di oltre 100 milioni di lei per il metro cubo di legno di ciliegio (per tre tronchi e’ stato pagto oltre 1 miliardo di lei).

L’AGENZIA DEL DEMANIO DELLO STATO RIMETTE ALL’ASTA GLI OLTRE 56.000 ETTARI DI TERRENO DELL’ISOLA GRANDE DI BRAILA

L’Agenzia del Demanio dello Stato ha annullato il contratto di concessione per l’Isola Grande di Braila per mancato adempimento degli obblighi contrattuali da parte del concessionario (TCE Trai Brazi Piatra Neamt) ed intende organizzare una nuova gara per la concessione, in modo che il 1 settembre, inizio dell’anno agricolo, il contratto sia gia’ firmato. Si tratta di una gara aperta anche alle aziende straniere, per la concessione – in un primo tentativo nel mese di marzo p.v. – delll’intera supeficie di 56.559 ettari, oppure in lotti frazionati. Hanno gia’ espresso l’interesse a partecipare aziende dall’Italia, Olanda e Germania.

LA ROMANIA ADOTTERA L’EURO NEL 2009

Il Governatore della Banca Nazionale della Romania, Mugur Isarescu, ha dichiarato che la moneta Euro sara’ adottata dalla Romania nel 2009 o al piu’ tardi nel 2010, cioe’ dopo circa due anni dall’integrazione del Paese nell’Unione Europea.
Per quanto riguarda il tasso di inflazione il governatore ha indicato che nel 2004 questo potra’ essere inferiore ai 10%, e fino al 2007 scendera’ al 3-4%, cioe’ non piu’ di 1% superiore alla media europea.

INCENTIVI DI FINO A 30.000 EURO PER GLI ESPORTATORI

Il Ministero dell’Industria e delle Risorse ha lanciato il Programma di crescita della competitivita’ dei prodotti industriali (uno dei sei strumenti previsti dall’Ordinanza Governativa N.120/2002 per sostentere e promuovere l’esportazione con finanziamenti dal bilancio dello Stato). Per il 2003 e’ previsto un finanziamento di 140 miliardi di lei, di cui nel primo trimestre 20 miliardi di lei, nel secondo 30 miliardi e per ognuno degli ultimi due trimestri 45 miliardi di lei ha dichiarato il Segretario di Stato Mihai Berinde. Il programma copre parzialmente le spese degli operatori economici per tre tipi di progetti: implementazione e certificazione dei sistemi qualita’ e dei sistemi di management dell’ambiente (50% finanziamento dallo stato e 50% da parte dell’operatore beneficiario), l’accreditamento dei laboratori per tests e loro dotazione (stesse percentuali di finanziamento) e la registrazione e protezione sui mercati esteri dei marchi, disegni, e modelli industriali romeni (45% finanziatmento dallo stato, 55% dal beneficiario). Il valore massimo finanziato dallo Stato per ogni singlo progetto e’ di 30.000 euro. Le richieste accompagnate dalla presentazione dei progetti devono essere presentate al Ministero dell’Industria e Risorse. Per i progetti approvati, i fondi saranno erogati in modo scaglionato in base a documenti giustificativi.

LA BANCA MONDIALE CONCEDE ALLA ROMANIA 80 MILIONI DI DOLLARI PER LO SVILUPPO DEI VILLAGGI

La Banca Mondiale ed il Governo romeno hanno lanciato un progetto comune per l’aumento del livello di vita nel settore rurale tramite lo sviluppo dei mercati finanziari rurali efficaci e la facilitazione dell’ottenimento di crediti per gli imprenditori privati del settore rurale. Il nuovo Progetto di Finanziamento Rurale (PFR) disporra’ di 150 milioni di dollari, che saranno ripartiti su 7 anni. La prima fase, nella quale saranno concessi 80 milioni di dollari, sara’ implementata nell’arco di 4 anni tramite la Raiffeisen Bank. Il Progetto di Finanziamento Rurale ha tre componenti che riguardano la concessione di facilitazioni per crediti e per il leasing rurale, la costituzione di una rete di servizi finanziari-bancari nei villaggi con l’estensione del numero di sportelli bancari e, come terzo, la consulenza per lo sviluppo dei mercati finanziari rurali. Per la componente microcrediti l’ammontare massimo per ogni beneficiario e’ di 7.500 dollari per un massimo di 3 anni.

NORMATIVE DI INTERESSE

  • Le norme metodologiche del 16 gennaio 2003 di applicazione dell’Ordinanza Governativa N.7/2001 rigauadante l’imposta sul reddito e la Decisione N.54 del 16 gennaio 2003 per l’approvazione delle Norme metodologiche pubblicate nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N.83 dell’11 febbraio 2003;
  • L’Ordine N.42 del 7 febbraio 2003 per stabilire il valore nominale indicizzato del buono pasto per il primo semestre 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N. 86 dell’11 febbraio 2003;
  • Decisione N.110 del 30 gennaio 2003 per l’approvazione delle Norme metodologiche di applicazione dell’Ordinanaza Governativa N.3/2003 per la modifica dell’Ordinanza Governativa N.158/2002 sul regime delle accise e per migliorare gli incassi al bilancio dello stato, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N.88 del 12 febbraio 2003;
  • Decisione N.129 del 6 febbraio 2003 per la modifica dell’Allegato 1 alle Norme metodologiche-quadro di applicazione della Legge N.291/1998 sul regime delle concessioni, approvate con la Decisione Governativa N.216/1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N.88 del 12 febbraio 2003;
  • Ordine N.62 del 30 gennaio 2003 per la modifica ed il completamento dell’Allegato all’Ordine del Ministro dell’agricoltura, alimentazione e foreste N.640/2002 per l’approvazione della Norma sanitaria-veterinaria riguardante il Programma di prevenzione e cura delle malatie degli animali e la loro trasmissione agli umani nonche’ di protezione dell’ambiente per il 2003, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N.88 del 12 febbraio 2003;

Newsletter nr.2 / 2003

Rimpasto governativo

Il rimpasto governativo deciso all’inizio di febbraio 2003 si è concretizzato nell’eliminazione di 23 segretari di stato e la sostituzione dei dirigenti della SNP PETROM, della Direzione Generale delle Dogane e della Compagnia di bandiera TAROM.
Il portavoce del Governo ha comunicato che entro fine febbraio ogni ministero presentera’ un nuovo organigramma nonche’ un progetto di decisione sul proprio funzionamento.

Gli investimenti italiani nella Regione Timis

La Camera di Commercio ed Industria di Timisoara informa che nella Regione Timis sono state costituite fino ad oggi 1.276 societa’ con partecipazione italiana, con un capitale sociale investito di oltre 52 milioni di dollari. Inoltre, le societa’ con capitale italiano hanno gia’ acquisito circa 40.000 ettari di terreno prevalentemente per attivita’ nel campo agricolo.

L’Euro nuova moneta di riferimento per il Leu

A partire dal 1 marzo 2003 la Banca Nazionale della Romania sostituisce la moneta di referenza del Leu, passando dal dollaro americano all’Euro. La Romania era il penultimo Paese candidato all’Unione Europea a non aver cambiato il tasso di riferimento della propria moneta nazionale, passando all’Euro.

Il nuovo Codice del Lavoro entra in vigore il Primo Marzo 2003

Dal 1 marzo 2003 ogni datore di lavoro deve aprire un Registro dei dipendenti, indifferentemente dal tipo di contratto (a tempo determinato, indeterminato, part-time) concluso con ognuno di essi. Le multe per il mancato adempimento a tale obbligo variano tra i 3 ed i 200 milioni di lei.
Le cosidette ‘’convenzioni civili’’ vengono sostituite da contratti individuali di lavoro (possibile il part-time pero’ non meno di 2 ore al giorno).
Inoltre, dal 1 gennaio 2004 vengono aboliti i libretti di lavoro.

Inflazione

Il tasso dell’inflazione a gennaio 2003 e’ stato dell’1,3% rispetto a dicembre 2002 (16,6% rispetto al mese di gennaio 2002). I piu’ consistenti aumenti dei prezzi a gennaio 2003 sono stati registrati per i generi alimentari (+1,5%). L’aumento dei prezzi per i generi non alimentari e delle tariffe per i servizi e’ stato dell’1,1%.

Lo Stato romeno privatizza il sale, l’acqua minerale e le miniere.

L’Ufficio delle Partecipazioni dello Stato e della Privatizzazione nell’Industria (OPSPI) valuta i propri incassi nel 2003 a circa 5.000 miliardi di lei, (oltre 151 milioni di dollari) di cui la maggior parte risultera’ dalle privatizzazioni (2.700 miliardi di lei, cioe’ 81,8 milioni di dollari) e dai dividendi (1.950 miliardi di lei, cioe’ 59 milioni di dollari). Tali ammontari non compendono, pero’, i redditi che verrebbero ottenuti dall’eventuale privatizzazione della Societa’ Nazionale del Petrolio PETROM. E’ prevista per il 2003 la privatizzazione delle principali societa’ del settore minerario: la Compagnia Nazionale del Lignite Oltenia, la Compagnia Nazionale del Carbone di Petrosani, la Compagnia Nazionale Remin Baia Mare, la Compagnia Nazionale Mininvest Deva, la Societa’ Nazionale del Carbone Ploiesti e Minbucovina, Moldomin e la Societa’ Mineraria Banat.
Sempre nel 2003 comincia la privatizzazione della Compagnia Nazionale dell’Uranio Bucarest, della Societa’ Nazionale del Sale Bucarest, della Societa’ Nazionale Acque Minerali, di ulteriori due Filiali della societa’ Electrica, della Termoelectrica Deva e della Compagnia Nazionale Romarm nonche’ di alcuni Istituti di Ricerca e Progettazione appartenenti al Ministero dell’Industria e Risorse.
La privatizzazione di Petrotrans Ploiesti comincera solo dopo la divisione della stessa ed il trasferimento dell’amministrazione dei beni, appartenenti al dominio pubblico, alla Conpet Ploiesti.
I mettodi consigliati da OPSPI per la privatizzazione delle entita’ suindicate sono: compravendita di azioni, di beni/attivi, vendita di filiali, succursali, conclusione di partenariati pubblico-privato, costituzione di joint-ventures.
Il portafoglio del Ministero dell’Industria contiene ancora oltre 90 societa’ da privatizzare con un capitale sociale globale valutato ad oltre 4,3 miliardi di euro.

Normative d’interesse

Newsletter nr.1 / 2003

Nuovo Codice Fiscale in preparazione

Il 24 gennaio u.s. il Ministero delle Finanze ha messo a disposizione degli esperti finanziari e dei partners sociali la prima variante del futuro Codice Fiscale. Lo stesso dovrebbe entrare in vigore, in linea di massima, il primo gennaio 2004.

L’entrata in vigore del nuovo Codice Fiscale annullerebbe praticamente l’intera legislazione fiscale anteriore:

Nuova Ordinanza Governativa per la modifica delle normative fiscali attuali

A fine gennaio u.s. il Governo ha approvato l’Ordinanza secondo la quale le succursali delle societa’ e le altre entita’ senza personalita’ giuridica saranno escluse dalle evidenze fiscali dei soggetti all’Imposta sul Valore Aggiunto. L’Ordinanza modifica e completa una serie di normative compresa la Legge N.345/2002 sull’IVA.

Inoltre, saranno esenti dall’IVA le operazioni di affitto dei terreni, la concessione e l’affitto di beni immobili, ad eccezione dell’affitto dei parcheggi, la sistemazione albergiera o in campeggi, il noleggio di macchinari ed attrezzature gia’ installati in edifici e l’affitto di casseforti.

Altre modifiche riguardano l’eliminazione del condizionamento del rimborso IVA dal pagamento delle fatture ai fornitori nonche’ la proroga del termine di rimborso anticipato da 30 a 60 giorni e del termine di rimborso con controllo ulteriore da 15 a 30 giorni. Tali proroghe mirano a sbloccare i rimborsi IVA ed a ridurre il rischio che lo stato paghi interessi per ritardi nel rimborso dell’IVA.

L’Ordinanza modifica anche la Legge N.521/2002 sulle accise. In tal senso la modifica delle condizioni iniziali in base alle quali un’azienda e’ stata autorizzata a produrre o ad importare merci soggette alle accise, deve essere portata a conoscenza del Ministero delle Finanze entro i successivi 15 giorni.

Per quanto riguarda la registrazione fiscale, e’ stata modificata la Legge N.82/1998 sulla registrazione fiscale dei soggetti a tasse ed imposte. I contribuenti avranno la possibilita’ di registrarsi tramite un incaricato. Nel contempo viene introdotta la nozione di vettore fiscale, cioe’ un’informazione allegata ai dati di identificazione dei contribuenti e che definisce gli obblighi permanenti degli stessi.

Nuovo regolamento per la circolazione sulle strade pubbliche

Nella Gazzetta Ufficiale (Monitorul Oficial), Parte I, N.58 del 31 gennaio 2003 e’ stato pubblicato Il Regolamento del 23 gennaio 2003 per l’applicazione dell’Ordinanza Governativa di Urgenza N.195/2002 riguardante la circolazione sulle strade pubbliche e la Decisione N.85 del 23 gennaio 2003 per l’Approvazione del Regolamento suindicato.

Obblighi assunti attraverso i contratti di privatizzazione

Nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N.67 del 2 febbraio 2003 e’ stata pubblicata l’Ordinanza Governativa N.40 del 30 gennaio 2003 per la modifica ed il completamento dell’Ordinanza Governativa N.25/2002 riguardo alle misure per la sorveglianza dell’adempimento agli obblighi assunti attraverso i contratti di privatizzazione delle societa’ commerciali.

Procedure di valutazione dell’impatto sull’ambiente

Nella Gazzetta Ufficiale, Parte I, N.52 del 30 gennaio 2003 sono stati pubblicati: l’Ordine N.860 del 26 settembre 2002 per l’approvazione delle Procedure di valutazione dell’impatto sull’ambiente e di rilascio dell’Accordo di Ambiente, L’Ordine N.863 del 26 settembre 2002 per l’approvazione delle Guide metodologiche applicabili nelle varie tappe della procedura-quadro di valutazione dell’impatto sull’ambiente e la Procedura del 26 settembre 2002 di valutazione dell’impatto sull’ambiente e di rilascio dell’Accordo di Ambiente.