Acquisto di studio di consulenza a Bucarest

Share if you like!

Un amico, Enrico, decise ad un certo punto di cedere il proprio studio di consulenza a Bucarest. Lo studio era ampiamente indipendente, anche finanziariamente, ed era formato da un direttore, una contabile autorizzata ed una decina di impiegate.

Siccome Enrico aveva molte conoscenze, trovò presto un acquirente: uno studio di professionisti con sede a Conegliano Veneto e filiale a Londra.

Considerando che lo studio produceva un buon reddito con la conduzione del direttore di quel momento, i nuovi proprietari si disinteressarono completamente dello studio, limitandosi ad incassarne i proventi senza neanche presentarsi ai dipendenti.

Dopo sei mesi, dovettero inviare uno degli associati, un tale Fabrizio, per vedere come mai i proventi si fossero praticamente azzerati.

Questo Fabrizio, invece di prendere in mano i conti dell’azienda, si limitò a parlare col direttore, che gli diede le massime rassicurazioni, e a passare le notti nella movida di Bucarest. Insediatosi nell’ufficio nuovo di zecca, Fabrizio si nominò un Assistant Manager (donna) e, per fare Team Building che va tanto di moda, invitò tutti i dipendenti in visita a Conegliano. Una bella festa che portò lo studio alla bancarotta.

Preoccupato perché non aveva ancora ricevuto tutto il pagamento pattuito, Enrico mi chiamò per andare a verificare la situazione.

Vinte le normali resistenze, alla fine riuscii ad avere accesso alla contabilità dello studio. Quello che era successo, fu subito chiaro: il direttore, assieme ad altri dipendenti, aveva aperto una propria società di consulenza. In pratica, lo studio forniva i servizi (consulenza, contabilità e quant’altro) mentre le fatture venivano emesse dall’altra società.

Disclaimer: in queste Case Histories racconto fatti di cui sono stato personalmente testimone. Per rispetto della privacy, non indicherò i nomi delle società e delle persone coinvolte, limitandomi ad usare delle iniziali che non necessariamente corrispondono alle vere iniziali degli interessati. Questo racconto non vuole essere in alcun modo una denuncia ma una testimonianza diretta di fatti che, se affrontati con più professionalità e seguendo le linee guida che esprimo nel mio articolo avrebbero potuto andare ben diversamente.

Mauro Ghiglia

Test description

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *